• Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon
Immaginificio via Domenico Oliva 4B, Roma 00137 Tel. 0689238184  

Costruiremo le piramidi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Immaginificio, è orgogliosa di ospitare questa iniziativa nata in collaborazione con due fotografi di ricerca come Sara e Valerio. Il laboratorio "costruiremo le piramidi" nasce innanzitutto dalla volontà di condividere, avvicinando gli appassionati che sentono la necessità di convogliare una passione che non fa dormire la notte a fotografi che hanno già intrapreso un percorso artistico, mettendoli in contatto e creando un'entità capace di produrre uno scambio, anche reciproco,mescolando le diverse esperienze. Il nostro scopo era quello di aprire questa piccola porta che può portarvi a conoscere, attraverso un percorso che non vediamo l'ora di iniziare, un po' più voi stessi e portare quella piccola sintesi di voi nel mondo. Ora sta a voi entrare, vi aspettiamo!

Durata corso: 6 lezioni

Lezione: 6+1 ore (pausa pranzo) 

Il corso si svolge nel week-end (sabato e domenica) una volta al mese.

h: 11.00

Costo totale: € 1000 

Docenti: Sara Palmieri e Valerio Polici

Requisiti: Macchina fotografica, buona conoscenza delle tecniche di ripresa fotografica.

       

 

 

“Sono capace di sentirmi un infinità di cose contemporaneamente (...)

La strada del nostro cuore è coperta d’ombra
Bisogna ascoltare le voci che sembrano inutili (...)

Bisogna riempire gli orecchi gli occhi di tutti noi di cose che siano all’inizio di un grande sogno

Qualcuno deve gridare che costruiremo le piramidi

Non importa se poi non le costruiremo, bisogna alimentare il desiderio

Bisogna tirare l’anima da tutte le parti come se fosse un lenzuolo dilatabile all’infinito (...)

Dove sono quando non sono nella realtà
E neanche nella mia immaginazione?
Faccio un nuovo patto col mondo
Che ci sia il sole di notte e nevichi d’agosto.
Le cose grandi finiscono sono quelle piccole che durano.”

 

(da Nostalghia, di Andrej Tarkovskij)

 

DESCRIZIONE DEL CORSO:

Il corso, della durata di 6 mesi, si propone di fornire agli studenti gli strumenti necessari per sviluppare un proprio linguaggio, imparando a reindirizzare lo sguardo dentro sé stessi. E’ rivolto a chi, già in possesso di un bagaglio tecnico, voglia esplorare le potenzialità espressive di questo mezzo in un ottica più personale ed imparare a dare forma alle proprie ‘immagini interne’, con il fine di educare lo sguardo a scegliere e riconoscere le ‘immagini esterne’ tra le infinite possibili.

Scopriremo insieme come la fotografia possa essere uno strumento molto potente d’analisi del sé, capace di dare forma ed espressione ai propri desideri, ossessioni e paure. In un epoca dove l’immagine ha invaso ogni interstizio pubblico e privato, aggredendo e orientando il nostro muoverci nel mondo, portarne alla luce il potere ‘curativo’ e rivelatorio assume un valore ancora più interessante.
Durante il corso analizzeremo lavori significativi di vari autori imparando a ‘leggere’ le immagini, a riconoscerne il valore simbolico e metaforico attraverso esercizi mirati; lavoreremo sulle immagini prodotte dagli studenti negli intervalli tra i vari incontri e durante gli stessi, sull’uso e significato della sequenza ed il dialogo tra un immagine e l’altra, sulla comprensione del linguaggio visivo.
Coscienti che un’immagine viva anche di echi e sia contenitore di molteplici significati e rimandi, parleremo di cinema, pittura, musica e letteratura, e di come la fotografia viva e si nutra costantemente della relazione con altri linguaggi espressivi.
Il nostro intento sarà quello di trasmettere agli studenti il maggior numero di stimoli possibili, per aiutarli a spingere un po’ più in là i propri limiti al fine di portare alla luce l’inaspettato, l’imprevedibile che sorprende e rivela.
Gli ultimi incontri saranno orientati alla costruzione di un dummy, attraverso il quale sperimenteranno lo stretta relazione tra forma e contenuto nel pensare e realizzare uno dei modi possibili di presentazione del proprio lavoro.

DURATA:


Il corso avrà una durata semestrale, con cadenza mensile (un week-end al mese). Inizio ad Aprile 2019 e termine a Ottobre 2019, per un totale complessivo di 84 ore.
E’ prevista altresì: una prima lezione aperta per presentare il corso e una serata conclusiva di presentazione dei lavori, consegna degli attestati, brindisi finale.
Gli incontri si svolgeranno sabato e domenica, dalle ore 11 alle ore 18, con un’ora di pausa pranzo; si alterneranno tra la sede di Immaginificio e uscite esterne con il seguente calendario:

DOCENTI: Valerio Polici e Sara Palmieri

L’idea di proporre un corso insieme, nasce da una profonda vicinanza nel sentire vita e fotografia.
Metteremo a disposizione degli studenti la nostra visione comune così come le nostre diverse esperienze e percorsi di ricerca, sicuri che questo possa contribuire a svelare un ottica più ampia.
E’ inoltre previsto l’intervento di un ospite a sorpresa nella seconda metà del corso.
Immaginiamo che questo viaggio possa essere anche per noi fonte di stimolo e scambio.
Ci piace pensare ad un grande concerto nel quale ogni ‘strumento’ possa, con la sua differente ed unica melodia, trovare le giuste note per accordarsi agli altri fino a creare una sinfonia perfetta.

Valerio Polici
Inizia un percorso nella fotografia da autodidatta per poi seguire corsi di specializzazione tra: Roma, Padova, Parigi, Riga e il Laboratorio di Antonio Biasiucci a Napoli. Si avvicina in un primo momento al fotogiornalismo pubblicando sulle maggiori testate nazionali ed estere (Washington Post, Newsweek, British Journal of Photography, L’Espresso) per poi spostarsi su una direzione più
intima. La fotografia diventa uno strumento essenziale di esplorazione interiore. Il suo primo libro viene presentato al Paris Photo nel 2016 realizzato in collaborazione con il fotografo polacco Rafal Milach e la designer Ania Nalecka, edito da Dienacht. Le sue foto sono state esposte a: La Biennale di Venezia, Macro (Museo d’Arte Contemporanea di Roma), Madre (Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, Napoli), La Galleria del Cembalo (Palazzo Borghese Roma), S.s.m.a.v.e. (Centro per le arti
contemporanee Napoli), Arcos (Museo d’Arte Contemporanea Sannio, Benevento), FIAF (Centro Italiano per la Fotografia d’Autore), Biennale de la Photographie D’Aubagne (Francia) e in vari festival tra Italia, Germania, Turchia e Portogallo.
www.valeriopolici.com

Sara Palmieri
Vive e lavora a Roma, dove si laurea in Architettura nel 2005. Nel suo lavoro la fotografia è il mezzo scelto per indagare gli aspetti non visibili della realtà, attraverso un processo fatto di ricordi ed intuizioni, inconscio e rivelazioni, frammenti e ricomposizioni. Tempo e spazio sono sia gli strumenti di ricerca che l’oggetto indagato. Dal 2015 al 2016 prende parte alla prima ISSP International Masterclass tenuta da Aaron Schuman.
I suoi lavori sono stati esposti a livello internazionale in festival e gallerie, tra cui Matèria Gallery Roma, Fotohaus ParisBerlin Gallery Arles, Focus Photography Festival Mumbai, Landskrona Fotofestival, Obscura Festival, Wuho Gallery L.A.. Sara ha pubblicato due libri d’artista, M. e La plume plongea la tête (tra i riconoscimenti ricevuti, ottiene il Premio Marco Bastianelli 2016 come miglior libro fotografico italiano autoprodotto), e partecipato a pubblicazioni collettive, tra le quali A Place Both Wonderful and Strange (Fuego Books), Il sangue delle donne (Postmedia books), Il corpo solitario - L’autoritratto nella fotografia contemporanea Vol.II (Rubettino Editore), Blacklie Vol.II (Limesimages). Il suo lavoro è presente in diversi magazine stampati ed online, inclusi The British Journal of Photography, Photoworks Annual, Gup magazine, Yogurt magazine, Thisispaper, Wittykiwy, The Huffington Post.
Dal 2013 si occupa di sviluppo del potenziale attraverso la fotografia (con l’associazione RVP di cui è cofondatrice) e tiene corsi e workshop presso varie realtà legate al mondo della fotografia.
www.sarapalmieri.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MODALITA’ DI ISCRIZIONE:


Il portfolio da inviare deve consistere in un numero di fotografie compreso tra 10 e 30, (formato jpg, massimo 500kb ad immagine);
un testo esplicativo sul proprio lavoro e sul progetto presentato; i contatti completi del partecipante al corso.
Il numero massimo di partecipanti è 10.
Le iscrizioni sono aperte fino ad esaurimento posti.
E’ prevista una borsa di studio, che coprirà interamente i costi, per uno studente ritenuto meritevole.

L’iscrizione prevede il versamento della prima quota di 300 euro entro 7 giorni dalla conferma d’adesione.

La quota in caso di rinuncia è rimborsabile al 50%, salvo non attivazione del corso.


Le restanti quote possono essere rateizzate mensilmente secondo modalità concordate con l’associazione.
 

N.B.: la rateizzazione non prevede la sospensione del pagamento in caso di rinuncia o abbandono nel corso dell’anno.